Dehor per bar: come realizzarlo (permessi, struttura e arredo)

Realizzare un dehor esterno è sicuramente un’ottima soluzione rendere il tuo bar più attraente e capiente. Prima di iniziare con i lavori, ti consigliamo di leggere questa guida. Capirai meglio cos’è un dehor, quali permessi amministrativi richiede, quali strutture e coperture può avere e infine come dovrebbe essere arredato per diventare uno spazio funzionale e accogliente.

 

Dehors esterni: cosa sono e quali vantaggi danno al tuo locale

I dehors esterni per bar sono spazi aggiuntivi che, oltre ad aumentare la planimetria del locale, aggiungono eleganza ed accoglienza al locale stesso. Sempre più spesso i gestori di bar e locali scelgono di allestire spazi esterni, coperti e climatizzati, per accogliere la clientela in ogni stagione dell’anno.

Cos’è, di preciso, un dehor per bar? Si tratta, semplicemente, delle strutture mobili che vengono poste di fronte al locale, occupando porzioni di suolo pubblico. Tali strutture devono rispondere a tutte le normative inerenti la somministrazione di cibo e bevande al pubblico.

Quali sono i vantaggi di un dehor per un locale? Come ben sanno i gestori che ad essi ricorrono, la presenza di strutture coperte sul suolo pubblico, magari su una bella piazza o su una via caratteristica, aumenta in modo esponenziale la visibilità stessa del locale e il numero di clienti che possono essere accolti.

Un dehor sulla strada del passeggio può offrire rifugio non soltanto ai turisti ma anche a chi lavora nella zona e, per la pausa pranzo, cerca un luogo ospitale e, se possibile, a contatto immediato con l’esterno, per godersi la vista della vita cittadina.

 

 

Permessi e concessioni: come ottenerli (l’esempio di Milano)

Come è facile immaginare, per occupare una porzione di suolo pubblico è necessario ottenere l’autorizzazione dell’Amministrazione Comunale e ottemperare a tutti gli obblighi di legge.
Ipotizziamo, per esempio, che tu voglia dotare il tuo bar, a Milano, di un dehor. Ecco i passi necessari da compiere per non ritrovarti in contrasto con la legge stessa.

 

1. Consulta il tariffario comunale

Prima di inoltrare la richiesta, consulta il tariffario comunale per verificare a quale tassazione sarebbe sottoposto lo spazio. E’ necessario, infatti, che il numero di clienti previsti/die non apporti guadagni inferiori agli oneri fiscali. Le imposte collegate a questo tipo di attività sono chiamate plateatici ed è proprio un plateatico per bar che dovrai corrispondere al Comune sul cui territorio si trova il locale.

Il comune di Milano, come molti altri, ha elaborato un coefficiente moltiplicatore, pensato per le varie e diverse categorie merceologiche. Tale coefficiente valuta il beneficio economico che si suppone il locale possa trarre dall’espansione; in base a questo calcolo vengono applicate le tariffe.

 

2. Presenta una D.I.A

Quando avrai deciso che valga la pena di iniziare questa bela avventura, dovrai presentare una D.I.A. al settore Bilancio e Tributi del Comune. La D.I.A. deve essere firmata da un tecnico presente nell’elenco fornito dal Comune stesso.
Alla D.I.A. devono essere allegati alcuni documenti, tutti in triplice copia:

  • Dati sullo stato dell’area interessata: compresi il divieto di sosta sull’area stessa, l’assenza di fermate dei mezzi pubblici, di passaggi pedonali o passi carrabili.
  • Planimetria dell’area in scala 1:2000 o 1:1000.
  • Mappa catastale con indicazione della particella su cui intendi collocare il dehors.
  • Piantina in scala 1:200 della esatta ubicazione dello spazio;
  • Pianta, rendering o comunque illustrazione dettagliata dell’aspetto che il dehor dovrà avere. Dovrà essere dettagliato ogni singolo riferimento agli edifici circostanti, loro eventuali aperture come finestre, porte o portoni. Dovrai inoltre specificare quali materiali intendi usare, sia per la struttura portante che per le parti decorative
  • Relazione Tecnica firmata da tecnico accreditato;
  • Campione di tessuto che si intende usare per la copertura;
  • Fotografie a colori della porzione di suolo pubblico richiesto, per far comprendere alla commissione giudicante in quale contesto esso andrebbe ad inserirsi.

E’ necessario infine allegare un nulla osta del proprietario dell’immobile su cui il dehor andrebbe ad appoggiarsi o di chi l’abbia in gestione.

Naturalmente le richieste possono variare in base al Comune di pertinenza o anche a mutate condizioni legislative nazionali; quella riportata sopra è comunque una buona base documentale per qualsiasi D.I.A.

Per ulteriori informazioni sulle norme per realizzare un dehor esterno a Milano, consulta la documentazione del Comune.

 

 

Strutture esterne per bar: quale scegliere

Come è facile immaginare, in commercio esistono molteplici tipologie di strutture esterne per bar. Ciò che conta, quando devi scegliere, è farti consigliare da un tecnico di fiducia circa la resistenza agli agenti atmosferici, oltre alla mera estetica. Non sempre, infatti, le due esigenze coincidono e non è difficile trascurare una per dare troppo peso all’altra.

Tra le soluzioni più eleganti e pratiche c’è certamente quella di allestire una pergola per bar, che ripara e protegge senza turbare l’eleganza dell’insieme. Di solito la struttura è in alluminio, quindi molto leggera sia dal punto di vista strutturale che estetico e non particolarmente costosa. La pergola può essere costituita completata con una tenda scorrevole in pvc, per poter coprire e scoprire il dehor in base alla stagione ed all’occasione.

Esistono anche altre soluzioni come ombrelloni, pergolati in legno su cui intrecciare piante rampicanti ed altre ma, sia dal punto di vista pratico che estetico ed economico la pergola per bar con copertura in pvc ci sembra la più idonea per realtà anche molto diverse.

 

 

Copertura esterna per bar: qual è per noi la migliore

In un dehor per bar riveste una funzione fondamentale la copertura che intendi darle. In base alla nostra esperienza pluriennale, ci sentiamo di consigliarti una copertura in PVC.

Questa soluzione, peraltro non unica, garantisce la trasparenza e resistenza tipiche del PVC e ti consente di allestire un dehor luminoso, arioso, non appesantito da un telo non troppo pesante dal punto di vista estetico e, inoltre, facile da mantenere pulito.

Il PVC, tra l’altro, offre un buon isolamento sia dallo smog che dall’inquinamento acustico e consente di mantenere il calore nei mesi freddi e il fresco prodotto da condizionatori in quelli caldi.

Un tipo di PVC, il PVC Cristal, si dimostra particolarmente versatile nella costruzione di un dehor per un bar o locale. Il PVC Cristal è PVC allo stato originale, che durante la produzione viene steso in lastre molto sottili di materiale puro. Questa caratteristica ne aumenta la trasparenza e l’integrità rispetto al già molto affidabile PVC. La resina di cui è composto lo rende resistente ai raggi UV, a cui certamente un locale all’aperto è sottoposto per una buona parte dell’anno.

Qui sotto puoi vedere alcune delle coperture da noi realizzate per locali ricettivi. Per ulteriori informazioni sulla nostra offerta ed esempi dei nostri lavori, consulta la pagina “dehor esterni per bar e ristoranti a Milano“.

 

 

 

Arredamenti da esterno per bar: cosa acquistare

Il primo aspetto da considerare quando acquisti l’arredamento esterno da bar è l’uso che devi farne. Un dehor generalmente è uno spazio conviviale, di ritrovo, in cui la clientela si riunisce per pranzo, per un aperitivo o nelle sere estive. Devi quindi renderlo un luogo accogliente, che riposi lo sguardo e chi invogli a restare. Niente di meglio, quindi, che un arredamento essenziale, che non stanchi la vista, con pochi componenti di gusto.

Spesso viene scelto di utilizzare rattan o midollino, che riportano alla mente l’idea del giardino e, quindi, del relax. I cuscini con cui coprire le sedute devono essere comodi ma anche belli da vedere; in colori non troppo accesi ma dal disegno piacevole.
Possono andare bene anche mobili in alluminio o plastica, sempre che diano un impatto elegante all’insieme.

Per scegliere senza pentimenti postumi è importante farsi consigliare da esperti e tener conto del contesto in cui il dehor va ad inserirsi: una piazza monumentale, una strada lastricata del centro o un ipermercato richiedono scelte certamente diverse.

Se vuoi suddividere il locale in più spazi, puoi utilizzare paravento per bar; in questo caso, essi dovranno riprendere lo stile dell’arredamento.

 

 

Altri accessori: come rendono vivibile il tuo dehor per bar

Come già detto, non devi sovraccaricare lo spazio con mobili ed oggettistica. Prediligi poche e curate piante, se possibile con fiori. Fai attenzione ad quelle più allergizzanti, come il gelsomino, così da non inficiare a cura dell’ambiente.
Poni le piante in vasi grandi, di impatto, il cui stile richiami quello generale. Oltre a questo, aggiungi luci poco invasive. il tuo salotto esterno è fatto!

Riassunto
Dehor per bar: come realizzarlo (permessi, struttura e arredo)
Titolo dell'articolo
Dehor per bar: come realizzarlo (permessi, struttura e arredo)
Descrizione
I permessi da richiedere (con l'esempio di Milano), le strutture, le coperture e gli arredamenti: ecco come realizzare un dehor per bar funzionale e accogliente.
Autore
Hai ancora dei dubbi o sei interessato a qualche prodotto? Siamo qui per te: contattaci senza impegno.
* campi obbligatori